La profezia di Arnold Schönberg

Arnold_SchonbergSchönberg spiegò di aver in passato evitato la tonalità per distinguersi da ciò che l’aveva preceduto; adesso, disse, “non considero il rischio di assomigliare alla musica tonale così tragico come un tempo“. Schönberg sconfessò gli attacchi di Adorno a Stravinskij (“non bisognerebbe scrivere a quel modo“) e non trovò molto di apprezzabile nei panegirici dell’atonalità del teorico (“questo gergo blaterante, che riscalda gli animi dei professori di filosofia“). Schönberg pensava probabilmente sia ad Adorno che a Leibowitz quando scrisse una nota privata in cui rammentava a se stesso che l’influenza della “cricca di Schbrg” andava smorzata prima che la musica potesse venir ascoltata nel modo adeguato. Ribadì una straordinaria profezia che aveva fatto nel 1909: “La seconda metà del secolo sciuperà, sopravvalutandolo ciò che di buono nel mio lavoro la prima metà ha lasciato intatto, sottovalutandolo“.

Con la sua consueta perspicacia, Schönberg aveva previsto perfettamente il corso dell’era a venire. Capì di essere stato consacrato come il santo patrono di una nuova mentalità avanguardista e militante, con le cui premesse non era d’accordo. Pur restando rigorosamente fedele al linguaggio non-tonale del quale era stato il pioniere agli inizi del secolo, non era tanto più pronto a condannare i propri rivali. Schönberg comprese meglio di Adorno la dialettica della storia musicale, la tensione tra semplicità e complessità. “Non posso negare la possibilità che ora“, scrisse una volta Schönberg, “come è già accaduto spesso nella storia della musica, ora che l’armonia si è evoluta fino a un certo punto culminante, avvenga una svolta che porti qualcosa di assai diverso e inaspettato“.

Tratto da “Il resto è rumore – ascoltando il XX secolo”, di Alex Ross.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...