Una struttura, due temi

Lady Bird è una composizione di Tadd Dameron in sedici battute divenuta in breve uno  standard molto battuto, specie dai boppers. Questo tema, dallo svolgimento melodico lineare e ingannevolmente semplice, è abbastanza caratteristico dello stile compositivo di Dameron che, in un epoca, quella del be-bop, in cui si amava frastagliare i temi (spesso tratti dalle armonie delle canzoni di Broadway), con l’utilizzo di intervalli ampi poco orecchiabili, proponeva una scrittura dal respiro melodico più evidente, per quanto mai mieloso e sempre originale. Il tema, che fu scritto intorno al 1939 ma fu pubblicato su disco solo nel 1948, ha un suo analogo a livello di struttura armonica, pubblicato più o meno nello stesso periodo, che e Half Nelson di Miles Davis, se non erro, inciso per la prima volta all’interno del quintetto di Charlie Parker nelle celebri incisioni Savoy.

Lady Bird è stato registrato da Art Blakey, Don Byas, Miles Davis, Stan Getz, Dexter Gordon, Charles Mingus, Gerry Mulligan, Bud Powell, Chet Baker, Mary Lou Williams, Tete Montoliu, Horace Parlan, Andy LaVerne e Barry Harris, Tommy Flanagan e Hank Jones, tra gli altri.

Half Nelson di Miles Davis usa, tranne le misure sette e otto, la stessa progressione di accordi di Lady Bird.  Anche Lazy Susan, sempre di Davis deriva dalla struttura del pezzo di Dameron.

Detto per inciso, una delle ragioni dell’utilizzo di molte delle strutture armoniche delle canzoni più battute (peraltro usanza non esclusiva dei boppers, per quanto resa al tempo sistematica, se pensiamo alle numerose composizioni derivate dalla struttura di brani del jazz classico come Tiger Rag, I’ve Found a New Baby, o Sweet Georgia Brown, piuttosto che da temi provenienti dalla tradizione religiosa o profana afro-americana) non era dettata da mere esigenze artistiche, ma da motivazioni legate alla proprietà dei diritti d’autore e del relativo rispetto delle leggi sul copyright, in quanto, in tal senso, non è considerabile plagio utilizzare la struttura armonica di una canzone.

Half Nelson è stato inciso più volte dallo stesso Miles Davis, ovviamente, e da Charlie Parker, ma anche da Dexter Gordon & Jackie McLean, Gerry Mulligan&Chet Baker, Stan Getz & Chet Baker, Charlie Rouse& Red Rodney, Andy Simpkins e da Anthony Braxton, tra gli altri.

A documentazione del presente scritto propongo la versione (con assolo strepitoso) di Dexter Gordon tratta da un concerto in Belgio del 1964 (anno di grazia per Gordon) di cui riporto anche la trascrizione dell’assolo, e, a seguire, l’ Aebersold in cui la ritmica suona la struttura armonica di Half Nelson (provate a cantarci sopra i due temi se li conoscete) per un eventuale enunciato di un sax tenore. Infine la versione dello stesso Gordon con James Moody tratta da More Power– Prestige in cui i due tenorsassofonisti suonano le due melodie intrecciate sulla stessa struttura armonica in modo esplicito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...