Una chitarra, gli standard e lo swing: Tal Farlow

Proseguo nella sagra dei jazzisti di gran valore ormai oggi inspiegabilmente dimenticati, ma che, fortunatamente, ci hanno lasciato ampia  documentazione della loro arte.

Talmage Holt Farlow (7 giugno 1921 – 25 luglio 1998) è stato un grande chitarrista del jazz moderno e che ho avuto il piacere anche di ascoltare direttamente in concerto, in una data di passaggio a Clusone (ma non nell’ambito del noto ex-festival del jazz) in trio, verso la fine degli anni ’80, se la memoria non mi tradisce. Ho comunque ben impresso la musica che ascoltai nell’occasione: un set di standard suonati meravigliosamente, con una musicalità, una tecnica chitarristica e una capacità solistica fuori dal comune. Davvero un bel ricordo musicale.

Farlow è emerso nei primi anni ’50, ossia nel periodo del cosiddetto “cool jazz” in cui emergevano chitarristi bianchi come Billy Bauer e Jimmy Raney e credo sia noto agli appassionati più per le registrazioni in trio con Charles Mingus e Red Norvo di quel periodo che per le sue successive prestazioni da leader nelle eccellenti incisioni per la Verve prodotte dal 1954 in poi. Già in quelle incisioni si sente però un chitarrista che si distanziava da certi modelli “cool” con una musica assai più vigorosa e carica di swing, più prossima per intenderci allo stile di Barney Kessell, ma sviluppato con maggiore sapienza armonica e virtuosismo. Fu soprannominato “Octopus” a causa delle sue mani grandi e veloci che gli permettevano di sviluppare una sofisticata tecnica nella quale note singole si combinavano insieme alla presenza di accordi.

Farlow, nativo di Greensboro, ha imparato a suonare la chitarra abbastanza tardi, ossia quando aveva già ventidue anni, avendo cominciato da un mandolino accordato come un ukulele. Suonare l’ukulele è stata la ragione per cui ha usato le quattro corde più alte della chitarra per la struttura di melodia e accordo, utilizzando le due corde di basso per il contrappunto, suonandole con il pollice. La sua formazione jazzistica di base e una prima conoscenza del repertorio si sono sviluppate ascoltando per lo più alla radio la musica di Bix Beiderbecke, Louis Armstrong e Eddie Lang. La sua carriera è stata ovviamente influenzata, come per quasi tutti i chitarristi del jazz moderno, dall’ascolto di Charlie Christian.

Come già accennato, Farlow ha attirato l’attenzione del pubblico a fine anni ’40, quando era in trio con Red Norvo e Charles Mingus. Nel 1953 è stato membro dei Gramercy Five guidati da Artie Shaw e due anni dopo ha guidato il proprio trio con Vinnie Burke Eddie Costa a New York City. Dopo essersi sposato nel 1958, si ritirò parzialmente e si stabilì nel New Jersey. Ha continuato a suonare occasionalmente nei club locali. Nel 1962 la Gibson Guitar Corporation, con la partecipazione di Farlow, produsse il modello “Tal Farlow”. Ha comunque continuato a registrare album come leader ancora per la Verve e per la Prestige, passando poi a Xanadu e Concord verso la metà degli anni ’70. Farlow ha lasciato comunque una considerevole influenza sulle generazioni successive di chitarristi jazz che lo hanno preso come riferimento. E’ morto di cancro esofageo a New York il 25 luglio 1998, all’età di 77 anni.

Propongo qui una sua interpretazione “live” di Autumn in New York, suo pezzo forte, e un brano particolarmente swingante tratto da uno dei suoi migliori lavori per la Verve, ossia The Swinging Guitar of Tal Farlow, in cui si può apprezzare la grande capacità di suonare lunghe linee melodiche con uno swing ineccepibile, in una sorta di bop da camera per trio di chitarra.

Buon ascolto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...