Inaspettato successo del “Flop Jazz”…

Visto il riscontro che ha avuto l’articolo di venerdì scorso relativo al mio “Flop Jazz”, sia in termini di accessi (una autentica esplosione) sia in termini di commenti susseguenti sui social, annuncio che in futuro, a scadenza periodica non programmata, proporrò ancora articoli con la presenza di sintetiche recensioni, anche fortemente negative, relative a quello che mi capiterà di ascoltare.

Come avevo ampiamente previsto, lo scritto ha suscitato commenti contrastanti ed era ciò che in parte volevo e mi aspettavo, in quanto ritengo necessario smuovere le acque di un ambiente da troppo tempo carico di ipocrisia e conformismo critico che negano al lettore e all’appassionato indicazioni sincere riguardo ai lavori dei musicisti e a questi ultimi di emergere per meriti oggettivi. In questo senso, rimarco il fatto che questo blog non è stato pensato per fare pubblicità a musicisti, parenti o amici, ma per fornire, nel suo piccolo,  un servizio divulgativo agli appassionati e possibilmente ai neofiti che vorrebbero avvicinarsi a questa genere di musica per potersi appassionare come è capitato al sottoscritto più di quattro decenni fa.

C’è chi si è lamentato per il fatto che avrei scritto nascondendomi dietro ad uno pseudonimo. Evidentemente la distrazione (o il pregiudizio?) di taluni ha impedito di notare che il sito ha il mio nome e cognome sin dall’indirizzo internet, scritto a chiare lettere e il nick “cotecchio” (di derivazione vernacolare bergamasca) mi identifica come Riccardo Facchi, ossia il gestore di questo blog. Non ho problemi su questo e se interessa avere altre informazioni basta andare sulla mia personale pagina Facebook dove condivido questi scritti quotidianamente.

Quanto al discorso accennato da alcuni relativamente alle competenze di chi scrive, premesso che non stiamo parlando di scienze esatte e che dovrebbe vigere la libertà di opinione, specie quando motivata nel merito, come sempre faccio, mi sembra giusto metterle in dubbio e verificarle, esattamente come certi musicisti dovrebbero viceversa imparare ad accettare i rischi della pubblica esposizione (a meno che amino esibirsi “davanti alle loro mamme”, come affermò a suo tempo Arrigo Polillo sulle pagine di Musica Jazz), a mettere in dubbio anche se stessi e il risultato del loro lavoro e ad accettare opinioni diversificate, anche negative, che possono arrivare da voci diverse, rimanendo, si spera, nell’ambito della correttezza. Fa un po’ sorridere constatare come le competenze vengano messe regolarmente in dubbio solo a fronte di critiche negative, mentre si può essere degli autentici analfabeti della musica (e nell’ambiente dei jazzofili di mia conoscenza, anche di vecchia data, ce ne sono a bizzeffe) e a nessun musicista balenano certi pubblici dubbi, purché  se ne parli bene.

Nel frattempo, ci si potrebbe fare una idea leggendo qualche articolo di quelli che da due anni pubblico su questo blog e farsi una propria opinione in merito. Sono a disposizione per ogni ulteriore chiarimento o osservazione. Grazie

Riccardo Facchi

Annunci

Un pensiero su “Inaspettato successo del “Flop Jazz”…

  1. Carissimo , uno dei commentatori-commenedianti sono stato io, sono aluni mesi che io con l’amico Riberto stiamo registrando dei podcast con due playlist contrapposte : Capitani Oltraggiosi è la nostra striscia. Con puntate a tema e brani sia Rock che jazz, con il sottoscritto che cerca di smuovere una lista di classici anni 60-70 Rock ben commentati. Il tutto in ironia e assolutamente NON corretti politicamente. Ogni tanto denigro un album sopravvaltato, un artista o una “credenza” più europea o giornalistica che altro. Magari si, c’è bisogno di qualchecontro corrente. ma non deve essere un partito. Col Buon Veschi (da suo fidatissimo ex cliente) discutiamo sia di politica che di musica….un saluto.
    Pierluigi ovvero piergj154 o pierluigiromagnoli@yahoo.it

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...