Il feeling di Shirley Horn

Non essendo un grandissimo appassionato di cantanti del jazz, ho scoperto Shirley Valerie Horn (1 maggio 1934 – 20 Ottobre 2005) abbastanza tardi e precisamente ho avuto la sorte di scoprirla nell’agosto 1995 a New York, in uno dei tanti piccoli giardini disseminati per Manhattan in cui si esibiva, verso Downtown, durante una mia lunga vacanza americana. Ricordo di averla ascoltata con curiosità assieme al suo trio, domandandomi di chi diavolo fosse quella voce così originale nell’interpretare standard e canzoni famose, ma solo qualche tempo dopo, una volta tornato a casa, ho realizzato chi realmente fosse quella cantante e pianista, trovando in un negozio il suo CD You Won’t Forget Me, dove partecipava anche un ispirato Miles Davis, titolo che mi aveva attirato dopo aver sentito quel brano suonato dallo Standard Trio di Keith Jarrett in Bye Bye Blackbird, disco dedicato proprio al grande trombettista da poco scomparso.

Non mi ha mai fatto impazzire per doti vocali, ma a livello interpretativo la Horn ha davvero poche rivali, anche se i suoi dischi hanno la tendenza a presentarsi eccessivamente in un unico mood espressivo, quello delle ballad, assai seducente, nel quale comunque sapeva sempre dare il meglio.

Tra i tanti esempi che in questo senso potrei portare, ho scelto in conclusione di questa settimana questa versione di Never Let Me Go davvero emozionante.

Buon ascolto e buon week end con Shirley Horn.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...