Un sax tenore poco noto: Harold Vick

Harold Vick (1936 – 1987) è stato un ottimo sassofonista e flautista dell’hard bop e del soul jazz, oggi quasi dimenticato, ma che, specie nei primi anni ’70, ha prodotto alcune interessanti incisioni del cosiddetto “modern mainstream” documentate da etichette indipendenti dedicate al genere in quegli anni come Muse e Strata East. Vick era di Rocky Mount, nella Carolina del Nord. All’età di 13 anni ha iniziato a suonare il  clarinetto donatogli dallo zio, Prince Robinson, che era stato un membro dei McKinney Cotton Pickers diretti da Don Redman. Tre anni dopo, Vick ha assunto in pianta stabile il sax tenore, iniziando ben presto a suonare nelle band R&B.

Sue incisioni da leader sono state prodotte in verità molto più tardi anche se per case discografiche prestigiose come Blue Note, precisamente iniziando nel 1963 con Steppin’ Out!Dopo una performance nel 1965 alla Carnegie Hall con Donald Byrd , Vick si è assicurato un contratto per ulteriori album come leader,  dal 1966 al 1974 ha potuto registrare per RCA e, come accennato, per Muse e Strata-East.

Come molti sassofonisti degli anni ’60 dal suono caldo e robusto, in prossimità dell’estetica soul-jazz, Vick ha lavorato come sideman con diversi organisti, tra cui Jack McDuff (1960-1964), Jimmy McGriff, Big John Patton e Larry Young . Altre sue collaborazioni si segnalano con Walter Bishop, Jr., Philly Joe Jones, Howard McGhee, Donald Byrd e Ray Charles ed è apparso con Dizzy Gillespie nel 1968 al Newport Jazz Festival di quell’anno. Ha poi lavorato per circa un quinquennio con artisti soul come King Curtis (1969-70) e Aretha Franklin (1970-1974) . Ha partecipato anche ad esperienze rock-jazz suonando per Jack DeJohnette nella band Compost (1971-1973).

Dopo un attacco di cuore subito a metà anni ’70, Vick è tornato al soul jazz, collaborando con Shirley Scott dal 1974 al 1976 e con Jimmy McGriff dal 1980 al 1981. Allo stesso tempo, ha continuato a lavorare come musicista jazz freelance e da studio di registrazione, suonando anche per Abbey Lincoln, Nat Adderley, Mercer Ellington, Sarah Vaughan, Billy Taylor, Horace Silver, e Gene Ammons. Vick è deceduto nella sua casa di Manhattan per un attacco di cuore il 13 novembre 1987. E’ stato ricordato nientemeno che da Sonny Rollins in un brano da lui scritto ed incluso nell’album This Is What I Do, (Milestone – 2000) intitolato Did You See Harold Vick?

Per ricordarlo musicalmente e visivamente propongo uno dei suoi brani migliori in due versioni: una contenuta in un bel disco della Strata East intitolato Don’t Look Back (1974) e una in video suonata in compagnia di Shirley Scott (anche se, avviso, la registrazione è particolarmente bassa nel volume).

Buon ascolto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...