Kenny Dorham & Joe Henderson Association

La storia del jazz è zeppa di grandi incontri e grandi associazioni tra musicisti che hanno saputo fondersi alla perfezione, realizzando della grande musica che fortunatamente ci è stata lasciata in eredità su disco. Una di queste è stata certamente l’accoppiata formata da Kenny Dorham e Joe Henderson che, nei primi anni ’60, hanno saputo fondere linguaggio bop e hard-bop, ritmi latini e innovazioni del modale in un progetto musicale fresco, aggiornando il linguaggio mainstream dell’epoca in modo progressivo, mentre in parallelo stava sfondando l’iconoclastia del cosiddetto Free Jazz, i cui frutti verranno parzialmente metabolizzati negli anni successivi anche dal cosiddetto “modern mainstream”.

Kenny Dorham (1924-1972) fu uno dei più attivi e importanti trombettisti del bebop, competitor nei primissimi anni ’50 di Miles Davis, che godette di una carriera più luminosa e di maggior fama, premiata – detto in estrema sintesi- non tanto per una supposta superiorità strumentale (che in effetti non esisteva) ma proprio per impareggiabile ampiezza di visione musicale e una fenomenale capacità di rinnovarsi. Dorham fece inizialmente parte delle orchestre di Billy Eckstine, Dizzy Gillespie, Lionel Hampton e Mercer Ellington e, soprattutto, del quintetto di Charlie Parker (proprio in sostituzione di Davis), e fu in  seguito uno dei membri delle prime edizioni dei  Jazz Messengers. Come sideman ha inciso nientemeno che per Thelonious Monk e Sonny Rollins, rimpiazzando il giovane talento di Clifford Brown nel quintetto di Max Roach dopo la sua tragica morte nel 1956. Fu anche leader dei Jazz Prophets, documentati purtroppo solo in un paio di splendidi album.

Nel 1963 Dorham arruolò, per il progetto comune qui oggetto di attenzione, proprio il ventiseienne sassofonista Joe Henderson per la registrazione di Una Mas (comprendente in formazione un giovanissimo Tony Williams che verrà di lì a poco ingaggiato da Miles Davis nel suo secondo celeberrimo quintetto). L’associazione musicale che ne nacque produsse diversi altri frutti considerabili dei capolavori del jazz moderno di assoluto riferimento quali Our Thing e In ‘n Outa nome di Henderson, oltre al suo meno noto Trompeta Toccata, di cui oggi propongo un brano a firma del sassofonista.

Costantemente elogiato dalla critica (anche in qualità di compositore) e di riferimento ancora per molti trombettisti odierni, Dorham non ricevette mai la stessa attenzione tributata ad altri colleghi, in un clamoroso caso di sottovalutazione. Kenny Dorham è anche il compositore di Blue Bossa, uno degli standard più frequentati dai jazzisti e autentica palestra di improvvisazione per gli allievi delle scuole jazz di tutto il mondo. Gli ultimi anni della sua vita furono segnati da una malattia renale che fu la causa della sua prematura morte.

r-2011342-1404349526-2078-jpegMamacita

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...