La meditazione del Duca

Non nascondo che in vista del Natale anche il mio personale “sentire” in fatto di musica si modifica un poco e viene quasi naturale avvicinarsi a musiche, non solo in fatto di jazz, che in qualche modo fanno approssimare ad una certo approccio spirituale, indipendentemente dall’essere religiosi o meno. Al di là dei soliti, peraltro magnifici, spiritual o gospel che possono essere sentiti in questo periodo sono due i musicisti della Storia della Musica che mi hanno sempre comunicato un profondo senso spirituale nelle loro composizioni. Uno è J.S. Bach con le sue messe e le sue cantate, in particolare ho un legame forte con la Passione Secondo Giovanni, specie con la sua introduzione, che è una delle cose in assoluto che mi mette più i brividi musicalmente parlando, l’altro è Duke Ellington.

Per questa ragione, propongo oggi un suo brano meditativo al piano solo inciso nell’ambito del suo Second Sacred Concert, un vero capolavoro che va ben oltre il jazz. Del lavoro consiglio di acquistare ancora la versione in doppio LP perché quella in CD (almeno quella che posseggo io) per ragioni di spazio su un unico CD è stata privata di un paio di brani, se non erro. Il che è indice dell’ancora scarso rispetto di cui gode il jazz rispetto alla musica accademica. Mi domando quale casa discografica si sarebbe mai permessa di levare arbitrariamente qualche parte di opera dei grandi compositori della musica classica.

Ho sempre pensato che Ellington, come molti altri grandi del jazz, se avesse avuto la pelle bianca avrebbe goduto di ben altro trattamento, ma tant’è.

Provare ad ascoltare per credere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...