Adrian Cunningham plays Neal Hefti

Prima o poi qualcuno dovrà scrivere qualcosa sui numerosi arrangiatori/compositori per big band che hanno contribuito ad arricchire non poco il book degli standard possibili da affrontare in improvvisazione, perché si tratta spesso di figure musicali di prim’ordine, spesso inspiegabilmente trascurate; o meglio, forse la cosa si spiega benissimo, nel senso che nel jazz si tende sempre ad essere attratti dal solista e dall’individualità musicale, molto meno verso quei musicisti, a volte persino più grandi ed importanti, che concepiscono la musica e il jazz in termini più collettivi ed orchestrali. Una di queste grandi figure di cui si parla pochissimo e il cui book di composizioni è stato ed è tuttora assai frequentato dai jazzisti di tutto il mondo è Neal Hefti (1922-2008), grande arrangiatore delle orchestre di Woody Herman e Count Basie e anche compositore di colonne sonore di successo per il cinema e la tv. Sue composizioni come The Good Earth e Wildroot (incise per Herman) e Lil Darlin, Girl Talk (una delle mie preferite e tra le più suonate dai jazzisti), Cute, ZankieLolly Pop, Why Not, Two For The Blues, Two Franks, Softly (e decine di altri brani scritti per Count Basie in più di 30 anni, contribuendo al successo di quell’orchestra), o colonne sonore  per il cinema, come The Odd Couple (La strana coppia) e per serie televisive (Batman) sono diventate celebri e mantengono ancora oggi la loro iniziale freschezza.

Non a caso un giovane dotato musicista australiano, ma operante da anni a New York, come Adrian Cunningham  gli ha dedicato recentemente un intero disco su sue composizioni. Un lavoro brillante e di notevole piacevolezza che ho recensito qualche tempo fa e che vivamente consiglio di procurarsi.

Qui sotto propongo un brano nella versione originale con l’orchestra di Basie e l’interpretazione di Cunningham. Avrei voluto proporvi la swingante versione di The Odd Couple del giovane multistrumentista australiano, ma non mi è stato possibile rintracciarla in rete. Se cercate comunque su Spotify al seguente link  potete ascoltare l’intero album.

Buon ascolto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...