Il grande Kenny Dorham in video

Kenny Dorham (1924-1972) è stato uno dei più grandi trombettisti del jazz moderno e uno dei più amati tra gli appassionati e i critici più avveduti del jazz, senza tuttavia ricevere l’adeguato riscontro pubblico, in un clamoroso caso di sottovalutazione. Fu infatti uno dei più eminenti tra i trombettisti bebop (non a caso fece parte del quintetto di Charlie Parker a fine anni ’40), emerso poco dopo Dizzy Gillespie e Fats Navarro e di soli due anni più vecchio di Miles Davis, con il quale spesso si trovava in competizione nei locali newyorkesi. Può essere considerato l’anello di congiunzione tra il trombettismo be-bop e quello hard-bop successivo, tuttavia il suo stile e la sua tecnica sullo strumento erano particolari e differenti da quelli che poi emersero con Clifford Brown e successivi discepoli. Il suo suono, in particolare, a volte presentava un caratteristica increspatura e un tremolio dovuti al fatto che l’emissione del fiato alla tromba veniva talvolta effettuata con una tecnica particolare, poco ortodossa, utilizzando più i polmoni che il diaframma, il quale notoriamente tende a stabilizzare meglio la pressione del fiato in emissione. Sta di fatto che Dorham era in possesso di un fraseggio moderno e sofisticato  ed è sempre stato rispettato ed amato dalla gran parte dei trombettisti delle successive generazioni. Ha suonato da sideman negli anni ’50 con i maggiori protagonisti dell’hard-bop, ossia con le formazioni di Horace Silver, Art  Blakey, Max Roach e  Sonny Rollins. Peraltro, negli anni ’60, in coppia con l’emergente Joe Henderson, ha saputo aggiornare di molto il suo linguaggio di estrazione boppistica spostandosi su un versante più prossimo alle innovazioni del jazz modale di quegli anni, con abbondanti iniezioni di ritmi e umori “latin” (non a caso una delle sue composizioni più battute dai jazzisti di tutto il mondo si intitola Blue Bossa), costruendo un’idea di jazz per quintetto a due fiati che ha fatto da riferimento per decenni in questo specifico ambito formale. Nel 1963, infatti, Dorham arruolò il ventiseienne  Joe Henderson per la registrazione del fondamentale Una Mas, cui seguirono altri lavori di livello assoluto come  Our Thing e In ‘n Out a nome di Henderson e il suo Trompeta Toccata.

In rete sono riuscito a rintracciare questo raro e interessante filmato del 1963 che propone uno spezzone di concerto in quartetto e che voglio proporvi per l’occasione.

Buon ascolto.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...