Una jam session tra giganti

Vedere su uno stesso palco esibirsi personaggi come Milt Jackson, Benny Golson, Art Farmer, Toots Thielemans, Niels Pedersen, Kenny Kirkland e persino Max Roach in una Jam session è cosa oggi davvero rara. Non solo impossibile, in quanto purtroppo tutti passati a miglior vita (con l’eccezione di Golson), ma perché per varie ragioni la pratica della Jam è ormai sostanzialmente in disuso. Il che è un peccato, non tanto per i risultati che potrebbe essere in grado di produrre (sono rare le jam nella storia del jazz dalle quali è saltato fuori il capolavoro) ma per lo scambio musicale che in una cultura dal carattere fortemente orale come quella jazzistica ha poi sempre prodotto in termini di influenze e relativi risultati sui singoli musicisti partecipanti.

Perciò per il fine settimana propongo questo intero concerto che ho rintracciato in rete. Musica senza pretese seriose, ma comunque divertente. Il che in fondo non guasta. Ci si riaggiorna a lunedì.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...