Gli Ensembles di Kenny Wheeler

Considero il canadese Kenny Wheeler (ma inglese di adozione), uno dei compositori più interessanti ed originali del jazz relativamente più recente. Deceduto quasi due anni fa, Wheeler ci ha lasciato un patrimonio di meravigliose composizioni, caratterizzate da un andamento melodico molto particolare e sofisticato, armonicamente complesso ma quasi sempre leggibile. Qualità abbastanza rare da riscontrare in una musica improvvisata che progressivamente pare essersi disabituata ad una certa vena melodica nella prassi compositiva, proiettando l’interesse sempre più verso una complessità formale o strutturale che, non di rado, risulta abbastanza dispersiva e noiosa all’ascolto.

Alcune sue composizioni sono diventate veri e propri standard (una su tutte: Everybody’s Song But My Own), ma Wheeler ha saputo anche comporre a largo respiro e per formazioni allargate. Uno splendido esempio è il doppio CD Music For Large & Small Ensembles pubblicato ad inizio anni ’90 da ECM (etichetta che al tempo sapeva ancora pubblicare jazz e/o musica improvvisata di altissimo interesse, assai più di quanto faccia oggi con un catalogo eccessivamente conformato alle esigenze di uno specifico e monolitico “prodotto” discografico, caratterizzato da una spropositata attenzione al suono più che alla consistenza musicale, da un progressivo depauperamento dell’aspetto ritmico e da un abuso di un mood esecutivo elegiaco, divenuto ormai abbastanza stucchevole ed artificioso) e da considerare uno dei suoi capolavori. Più in generale, si tratta di uno dei dischi per big band e dintorni più originali e riusciti prodotti negli ultimi decenni.

Wheeler qui è supportato anche da eccezionali strumentisti con cui ha più volte collaborato in carriera: il contrabbasso di Dave Holland, la chitarra di John Abercrombie, la perfetta intesa col pianoforte di John Taylor, l’eccellente drumming di Peter Erskine e il canto di Norma Winstone, permettono alla musica di emergere in tutta la sua bellezza.

Per l’occasione propongo l’ascolto della intera The Sweet Time Suite. Lunga, ma estremamente varia e piacevole all’ascolto.

28029921_350_350The Sweet Time Suite

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...