Una dedica a Rio 2016

 

icon175x175

Stanno per iniziare le Olimpiadi di Rio de Janeiro e ho pensato nell’occasione di dedicare un pezzo del blog alla grande musica brasiliana interpretata da grandi jazzisti su una delle composizioni di A.C. Jobim che preferisco in assoluto, ossia Chega de Saudade, proposta in due diverse versioni. La prima è un live in trio di Eliane Elias col marito Marc Johnson al contrabbasso e l’aggiunta iniziale della chitarra, nella quale si mixa in modo intelligente un approccio perfettamente idiomatico con la successiva improvvisazione jazzistica. L’altra, di Gary Burton in solo, è probabilmente la versione jazz più straordinaria che mi sia capitato di sentire su questo magnifico brano, peraltro di bellezza propria. In entrambi i casi siamo di fronte ad una esplosione di ritmo e di fantasia in improvvisazione. Ritmo e fantasia, due qualità che indubbiamente si possono identificare in quel grande paese che è il Brasile.

Buon ascolto, buone Olimpiadi e buon fine settimana.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...