La volpe e l’uva

Qualche tempo fa avevo avuto modo di vedere in rete uno stupefacente  video nel quale Enrico Rava si permetteva il lusso, non si sa bene da che pulpito, di appellare Oscar Peterson con un “bravo, ma che palle”, o qualcosa di simile, con Bollani che invece di redarguirlo si giustificava pure. Non vorrei mai che “l’Enrico nazionale” a forza di esagerazioni critiche e immotivate lodi sperticate, abbia finito per credersi su un piedistallo tale da potersi permettere certe cadute di stile. Ora, capisco che per chi ha scritto un libro sulle supposte (parola che in questo caso si potrebbe anche prendere come sostantivo) “Note necessarie”, debba mantenere una forma di coerenza, giustificando se stesso, ma io credo invece che in esecuzioni semplicemente inarrivabili del tipo che sto per proporvi, non sia necessario togliere proprio alcuna nota, poiché tutte necessarie e solo proibitive per taluni limitati strumentisti che brani come Indiana forse non riuscirebbero a suonarli nemmeno rallentati ad 1/4 del tempo scelto da Peterson. Non parlo nemmeno tanto dell’abisso di tecnica strumentale esistente (la tecnica da sola, si afferma anche giustamente, non è tutto), parlo proprio della sofisticazione nel fraseggio esposto da Peterson. Chi parla di sterile virtuosismo, evidentemente non è in grado di seguire il suo perfetto pensiero musicale a certe velocità, la relativa complessità e il perfetto senso del tempo, che sono sempre tratti distintivi dei grandi jazzisti, ma il problema è soltanto suo. L’assuefazione a certe noiose lagne aritmiche che ci vengono da troppo tempo propinate e fatte passare per jazz senza esserlo, in questo senso non aiutano.

Se in Italia vi fosse stato e vi fosse più rispetto per giganti del jazz di questo genere e meno clamore per certe mezze figure strombazzate a sproposito, forse lo stesso non si troverebbe nella attuale confusa situazione, denunciata a più riprese da molti e sotto svariati profili.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...