Il Chick Corea compositore

Nel calderone della “Fusion” anni ’80 ci è finita tanta musica non esattamente memorabile, generalmente considerata poco degna di apprezzamento. In linea di massima e in molti casi questo si è rivelato abbastanza vero. Tuttavia, un vizio congenito  dei jazzofili è quello di categorizzare pregiudizialmente la musica senza effettuare un ascolto serio, anche solo per abituarsi a discernere autonomamente il buono dal gramo senza farsi condizionare dal giudizio altrui.

Ad esempio, questo tema contenuto nel disco della Elektric Band di Chick Corea dal titolo Eye of the Beholder, se non erro datato 1988, è di una bellezza melodica che non può essere trascurata e derubricata banalmente a musica “commerciale”. D’altronde la cosa non dovrebbe sorprendere più di tanto, in quanto Corea si è dimostrato nei decenni un compositore di tutto rispetto. Molti suoi temi sono divenuti degli standard: Litha, Windows, Matrix, Times Lie, La Fiesta, Spain etc. e composizioni come i Children songs andrebbero risentite con maggiore attenzione. Perciò, per questo fine settimana vi propongo il brano Eternal Child nella versione originale e in una interessante trascrizione per chitarra che mette in buona luce la raffinatezza della linea melodica pensata da Corea.

Buon ascolto e buon fine settimana

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...