Un grande del modern mainstream anni ’70 e non solo

Charles Tolliver è un eccellente trombettista emerso a metà anni ’60 divenuto, assieme ad altri, protagonista negli anni ’70 di quella esperienza definita come “modern mainstream” che ha saputo metabolizzare diverse istanze libertarie, sia socio-politiche che musicali, della “New Thing” anni ’60, rinnovando il linguaggio sedimentatosi all’interno del canone jazzistico africano-americano. Trombettista di assoluto livello, derivato dalla famiglia dei grandi trombettisti di scuola hard-bop anni’50 e ’60 che ha il suo capostipite in Clifford Brown, Tolliver si è dimostrato anche un eccellente compositore e leader di gruppi, nonché conduttore di big band. E’ nato a Jacksonville, in Florida nel 1942, cominciando a suonare la tromba da bambino. Ha frequentato l’Howard University nel 1960 come studente di farmacia, optando poi per la carriera musicale trasferendosi a New York City . E’ venuto alla notorietà della ribalta jazzistica nel 1964, partecipando ad alcuni importanti incisioni Blue Note per Jackie McLean e contribuendo in modo significativo anche con alcune sue composizioni originali entrate poi a fare regolarmente parte del suo book esibito in incisioni da leader e concerti, come Plight, Truth e On The Nile. Nel 1971, Tolliver insieme al grande pianista e compositore Stanley Cowell fonda la Strata-East Records, etichetta che ha avuto il merito in quegli anni 70, insieme a Muse, Cobblestone, Mainstream e Black Jazz Records, di documentare il fermento creativo della variegata scena jazzistica americana di quegli anni legata appunto al mainstream africano-americano (con gruppi pionieristici come Catalyst, The Awekening e musicisti come Cleveland Eaton, Walter Bishop Jr., Harold Vick, Carlos Garnett, Hadley Caliman, Neal Craque, Billy Parker, Henry Franklin, Calvin Keys e Jimmy Ponder e tanti altri oggi misconosciuti ma che meriterebbero una adeguata riscoperta), diventando uno dei pionieri tra i jazzisti  proprietari di etichette discografiche. Tolliver stesso ha pubblicato molti suoi album e partecipato a collaborazioni con altri leader per Strata East. In seguito ad una lunga pausa, riemerse alla fine degli anni Duemila, rilasciando due album per big band. With Love in particolare è stato nominato nel 2007 per un premio Grammy appunto nella sezione Best Large Jazz Ensemble .

Di Tolliver vi propongo uno dei brani da lui più suonati e famosi registrato dal vivo a Tokyo nel 1973 in un disco di livello altissimo con una formazione eccelsa, comprendente:

Charles Tolliver – tromba, Stanley Cowell – pianoforte, Clint Houston – basso, Clifford Barbaro – batteria

Le sue composizioni si caratterizzano per spiccato e moderno senso melodico, sviluppate non infrequentemente su tempi inusuali.

Buon ascolto

downloadEffi

Annunci

Un pensiero su “Un grande del modern mainstream anni ’70 e non solo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...