Già ci manca…

Di Paul Bley abbiamo già parlato un paio di volte su questo blog, l’ultima purtroppo in occasione della sua morte, avvenuta ad inizio anno, ma che volete farci? E’ uno dei miei pianisti preferiti e già mi (e ci) manca, io credo, quella sua capacità di essere un musicista molto avanzato senza abbandonare del tutto il mondo della melodia e della tonalità, quella sua capacità di agire per sottrazione di elementi e di inserire il silenzio, la pausa, nel suo discorso melodico e improvvisativo. Senza dubbio un genio capace di affrontare qualsiasi contesto musicale, dal più avanzato al più tradizionale, come la canzone e il songbook americano, sapendo sempre dare la propria impronta e imporre la propria visione estetica, a conferma che nel jazz non è così importante su cosa si lavora ma come lo si fa.

Eccone qui un breve esempio musicale

Buon ascolto

bley.paul.solopiano.steeplechaseIf I Loved You

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...