La buona avanguardia non nega la tradizione

Oggi vi propongo un musicista recentemente molto acclamato e che, al di là delle mode elitarie del momento, effettivamente ha dimostrato in questi anni di valere e di saper coniugare innovazione con piena conoscenza e rispetto per la grande tradizione musicale dalla quale proviene. Si tratta del sassofonista Steve Lehman, contraltista, compositore e studioso in possesso già di un curriculum di tutto rispetto e che effettivamente rappresenta una delle punte del jazz più avanzato.

Vi propongo per l’ascolto odierno questo stimolante brano registrato qualche anno fa con il suo Ottetto che nel sound complessivo mi ricorda un poco il quintetto di Dave Holland di qualche anno fa, formazione che peraltro si può considerare ancora in un mainstream aggiornato.

Buon ascolto

MI0001837501Alloy

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...