Eric Reed e il gospel

Spesso si parla di quanto il jazz sia fatto da un complesso intreccio di linguaggi e contributi etnici e, dopo più di un secolo dalla sua formazione, pare sempre più difficile scinderne i singoli contributi e trovarne le radici, tanto che i più sono arrivati a ritenere, a mio avviso in modo non del tutto proprio, che esso si sia ormai trasformato in un linguaggio universale alla portata di tutti e per il quale è ormai inutile porre questioni di genere e di proprietà linguistica. Chi osa ancora farlo passa per ottuso retrogrado, nemico del “progresso” musicale, ricevendo tali accuse magari da chi, per darsi un tono intelligente, pretende di dibattere della materia esattamente come farebbe cercando di discettare di meccanica quantistica senza la conoscenza delle equazioni di Schrödinger. Ne esce in sostanza solo della gran confusione.

In realtà la faccenda è  più complicata di quanto non appaia in prima istanza. Posso solo dire sinteticamente e a grandi linee che il contributo al jazz degli afro-americani è stato ed è ancora oggi imprescindibile e direi persino, almeno per me, musicalmente inconfondibile. Se dovessi indicare brevemente gli elementi che hanno caratterizzato tale contributo probabilmente in estrema sintesi ne indicherei tre, al di là di una forza espressiva non comune: l’approccio ritmico, prima di tutto e come “must”, poi il blues e il gospel.

Eric Reed è un pianista afro-americano di cui ho già parlato in questa sede, ormai maturo e ben noto agli appassionati, nella cui musica è sempre ben riconoscibile l’influenza della musica da chiesa. Ha infatti assorbito sin da piccolo un forte tratto gospel, essendo figlio di un ministro della Chiesa Battista e avendo cantato in un gruppo evangelico chiamato Singers Bay State. Trattasi quindi  della sua primissima influenza musicale, rintracciabile in quasi tutte le registrazioni della sua già consistente discografia, come in questo splendido brano che vi propongo e suonato in trio tratto dal disco Stand!

buon ascolto.

Stand-300x300Prayer

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...