La musicalità di Bill Watrous

billclose

Se ci si mettesse a scorrere l’elenco dei grandi jazzisti poco noti nel nostro paese, probabilmente si dovrebbe dedicare un anno intero allo scopo. William Russell Watrous III (nato l’8 giugno 1939 a Middletown, Connecticut) è uno di quelli che certamente apparterrebbero a quell’elenco, probabilmente misconosciuto anche tra diversi jazzofili di vecchia data. L’argomento alla base, a mio modo di vedere, è sempre quello: una narrazione jazzistica che per decenni si è caratterizzata per steccati ideologici, immotivati pregiudizi e mistificazioni di vario genere, che hanno viziato, e in parte pure compromesso, una ampia divulgazione della materia.

Si tratta di un eccellente strumentista e di un ottimo band leader che ha prodotto parecchi dischi di qualità, con nel proprio bagaglio professionale svariate esperienze musicali, sviluppate anche nell’ambito degli studi hollywoodiani, il che, come per molti altri, è solitamente requisito di grande flessibilità e vasta preparazione.

Il padre di Watrous , anch’egli  trombonista, lo ha introdotto allo strumento in tenera età. Mentre prestava servizio nella Marina degli Stati Uniti, Watrous ha studiato nientemeno che con il pianista e compositore jazz Herbie Nichols, mentre le sue prime prestazioni professionali sono state fatte nella band di Billy Butterfield. La carriera di Watrous è sbocciata già nei primi anni ’60. Ha suonato e registrato con molti luminari del jazz per big band, tra cui Maynard Ferguson, Woody Herman, Quincy Jones e Johnny Richards. Nel 1971, ha suonato  con un gruppo jazz-fusion, Ten Wheel Drive, mentre un anno prima , Watrous aveva formato una sua band, “The Wildlife Refuge Big Band Manhattan“, che ha registrato due album per la Columbia Records. La band fu poi ribattezzata “Refuge West” quando Watrous sì trasferì nel Sud  della California. Ha continuato a lavorare attivamente dal 1980 come band leader, musicista di studio, e performer in diversi jazz club. Nel 1983, Watrous ha collaborato con Alan Raph in vista della pubblicazione di un testo didattico: Trombonisms, un manuale di istruzioni che copre varie tecniche di esecuzione per il trombone. Ha inciso come solista, band leader e in diversi piccoli ensemble per etichette diverse. Tra queste registrazioni si segnala un album di importazione giapponese prodotto nel 2001, contenente materiale registrato nel 1984 con Carl Fontana, da lui citato come suo trombonista preferito.

Watrous risiede a Los Angeles, dalla fine del 1970 con la moglie Mary Ann. e fa parte del corpo docente presso la University of Southern California Thornton School of Music.

Per l’ascolto vi propongo un notissimo brano tratto da una selezione del Book di Johnny Mandel, compositore  a lui particolarmente congeniale.

Buon ascolto

41BBB0HMGSLA Time for Love 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...