Paris: The Day After…

Duke-Ellington

Dopo il momento di raccoglimento e preghiera è il momento della reazione positiva, non quella sguaiata dei soliti accattoni della nostra politica e di certo nostro giornalismo, che giocano indecentemente sui sentimenti peggiori delle persone più inconsapevoli.

Ce lo suggerisce, come sempre, la musica, specie quella dei grandi che hanno contribuito nei secoli ad arricchire l’umanità e a veicolare talvolta anche messaggi profondamente sociali e spirituali.

E’ il caso, ad esempio, di uno dei più grandi compositori del Novecento, grande ben oltre l’ambito del jazz, ossia Duke Ellington, che ha sempre arricchito, da quel grande narratore che è stato, la sua musica di messaggi sociali e spirituali.

duke_lg

Il suo Second Sacred Concert è un capolavoro forse non ancora appieno considerato della Musica tout court, che si presta assai bene per l’occasione.

Propongo perciò l’ascolto di questa versione di Freedom che ho trovato in rete. Un profondo e significativo messaggio all’umanità intera di libertà, intesa come chiave universale per rinnovarsi nella mente e nello spirito e per abbattere steccati e barriere che l’incultura e il malanimo umano continuamente ci propongono. I geni dell’arte e della musica, come sempre, sanno vedere più distante e prima di altri.

buon ascolto

CD025218544528_01

Freedom

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...